Lavora con me

 

 COSA FACCIO

GIORNALISMO e BLOG(g)HERAGGIO

Sono iscritta presso l’Ordine dei giornalisti d’Abruzzo dal 2013.

Posso aiutarti se:

  • Hai bisogno di buoni testi, giornalistici e non, per i più svariati fini
  • Hai bisogno di un Ufficio Stampa, che siate Enti pubblici o privati

CONTATTAMI: simonapace84@gmail.com 3408774290

PROMOZIONE DEL TERRITORIO

Mi piace coccolare la mia terra e trasmetterla chiara, bella, immensa.

Quindi se hai una piccola (ma anche grande) attività posso aiutarti a:

  • Curare i contenuti,  e l’estetica del tuo sito web
  • Curare la tua comunicazione, i progetti e gli eventi di richiamo
  • Curare la tua immagine sui social network (dobbiamo essere al passo con i tempi)
  • Trovare modi alternativi per raccontare ciò che fai e ciò che produci, le vie della creatività sono infinite

CONTATTAMI: simonapace 84@gmail.com 3408774290

COSA HO FATTO
Ho studiato presso l’Università degli Studi di L’Aquila, facoltà di Lettere e Filosofia e per l’esattezza Culture per la Comunicazione. Poi c’è stato un master di primo livello in “Management della comunicazione nel settore moda” frequentato presso l’Università di Cassino. Tanto mi è bastato per capire che la moda non era proprio il mio forte. In compenso ho ricevuto in dote una bella cassetta degli attrezzi  e competenze. Non soddisfatta sono tornata all’Aquila per proseguire con il corso magistrale in Comunicazione e Filosofia, al momento in stand-by.

Ho scritto per Zac7.it, testata giornalistica locale in cui, è proprio il caso di dirlo, mi sono fatta le ossa, diciamo quasi rotte. Un’esperienza formativa gratificante che ad un certo punto ho deciso di lasciare causa varie motivazioni tra cui la ricerca della libertà.

, invece, è stato il mio progetto editoriale, un mensile cartaceo che ho ideato per dar voce al territorio del Centro Abruzzo e ai giovani in particolare. Avventura durata solo qualche mese, costi di tipografia e entrate dagli sponsor non andavano di pari passo.
In Italia l’intelletto non monetizza molto, ed è per questo che oltre alla professione giornalistica mi sono sempre arrangiata in vari lavoretti tra i quali ricordo quasi con la nausea il periodo passato in un call-center (non vogliatemene) e quello dietro al bancone pronta a servirvi caffè, cappuccini, brioche e mojito, sempre con il sorriso.

 

COSA FARO’

Tante cose belle, me lo auguro di cuore.

E stimolanti, adrenaliniche, creative, pigrotte quanto basta, ma meglio pensare al presente.