Girovagando

Limpido Tirino, “La bellezza salverà il mondo”

1 Settembre 2016

Che il Tirino sia pulito non sono solo le sue limpide acque a dimostrarlo. Quelle sfumature di un azzurro eccezionale che si perdono nel verde della vegetazione acquatica non bastano a farne uno dei corsi d’acqua più puliti d’Europa, per alcuni “il” corso d’acqua più pulito d’Europa.

Il Tirino nasce dal Gran Sasso, a Campo Imperatore, il Tibet d’Abruzzo per intenderci.  A dimostrarne la limpidezza sono una serie di minuscoli esserini che ci vivono dentro. Esserini che scelgono di passare la loro vita solo ed esclusivamente in posti a zero inquinamento, nel gergo tecnico si tratta di bio-indicatori che, qualora le acque iniziassero a non rispondere più alle loro esigenze, se la darebbero a “zampe”. Ci sono ancora, ad esempio, delle colonie di gambero autoctono che ne dimostrano la purezza e tutte una serie di altri microrganismi  con suffisso     in   -otteri.

Con i Piccoli Esploratori li abbiamo cercati e trovati grazie all’aiuto di Nicola, simpatica guida de Il Bosso, cooperativa che nella Valle del Tirino dà vita a numerose attività. I bambini sono stati letteralmente catturati dai racconti e dalle spiegazioni di Nicola, tutti intenti a collaborare nel prelievo delle acque con l’obiettivo di scovarli. Tra l’altro (e mi sorprendono sempre queste piccole grandi particolarità della natura che la rendono perfetta) riescono a costruirsi dei minuscoli habitat, delle casette, in cui si rintanano al sicuro dai nemici esterni. Pietruzze di modestissime dimensioni che riescono a compattare fino a formare una sorta di lunga conchiglietta con all’interno esattamente lo spazio per dimorarci. Eccezionale!

Per circa 16 chilometri se ne va così il Tirino attraversando la sua valle fino a raggiungere il Pescara all’altezza di Bussi Officine. Un inno alla bellezza lungo un fiume che prende vita grazie a tre sorgenti principali: il Lago 337 m slm , Presciano 329 m slm , Capo d’ Acqua 373 m slm. E’ quest’ultima che più di tutte solletica la mia curiosità e affascina la mia immaginazione. Forse un giorno sconfiggerò la mia inspiegabile paura per l’acqua e riuscirò ad immergermi nelle sue acque per scoprire i tesori conservati nel suo fondale: i mulini sommersi.

Vi lascio con uno dei numerosissimi video di Youtube che ne hanno catturato la bellezza.

“La bellezza salverà il mondo”

(Fedor Dostoevskij)

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply