Coccoliamo il palato

Ravioli della tana

25 Mar 2017

Per la serie “Coccoliamo il palato” Le Mille e un Abruzzo parte in viaggio attraverso il la gastronomia abruzzese, scegliendo ristoranti e ricette che meglio esprimono la nostra regione.

Prima tappa La Tana del Rosso di Roccacasale gestita da Aldo Taddei. Aldo da sempre ha lavorato nel settore della ristorazione con diverse esperienze anche fuori regione. L’ultima in Toscana da dove ha assistito inerme ad una tragica pagina che ha segnato la storia dell’Abruzzo: il terremoto del 2009.   Forte, gentile, ma anche così fragile l’Abruzzo. Aldo non poteva più rimanere in Toscana, il richiamo della sua terra bisognosa era troppo forte: “Non credo sia giusto abbandonarla perché abbiamo risorse per viverla al meglio anche se la questione, per molti, resta la mancanza di lavoro. Per il resto viviamo in un paradiso”. Ed ecco la sua scommessa imprenditoriale con l’apertura di un ristorante in paese in cui Aldo promuove il territorio proponendo e reinventando piatti della cucina abruzzese. I prodotti, ovviamente, sono a km0, la pasta ed i dolci  fatti in casa.

Direttamente dalla Tana del Rosso ecco a voi i…

RAVIOLI DELLA TANA

Ravioli di solina ripieni con di ricotta di capra, condita con salsa alla crema di zolle e guarnita con salsiccia, guanciale di nero peligno, scaglie di tartufo nero, pesto di pomodorini secchi.

Ingredienti:

per la pasta: farina di grano di solina e grano tenero

per il ripieno: ricotta di capra e di pecora di animali pascolati a Roccacasale da Domenico Cotta, pangrattato

per il condimento: salsa di pomodoro, crema di zolle e pesto di pomodorino secchi delll’azienda bio “Le favole di Gaia” di Pratola Peligna e maiale nero allevato a bosco a Vittorito

Procedimento:

Per i ravioli: lavorare la farina di grano solina e di grano tenero con le uova fino ad ottenere un impasto liscio e omogeneo,  formare una sfera da coprire con pellicola x alimenti e conservare una mezzora in frigorifero; nel frattempo mescolare la ricotta di capra con pan rattato sale e pepe e traferire il composto in una sache-a-poche; ricavare dalla pasta con un mattarello, o con l’apposita macchina, delle sfoglie da riempire con la ricotta e ritagliare i ravioli.

Per il condimento: sbriciolare la salsiccia nel rosso e soffriggerla in una padella antiaderente, quando risulta ben cotta aggiungere la crema di zolle e un mestolo di brodo vegetale,  far ritirare il tutto fino ad ottenere una salsa densa con la quale condire i ravioli cotti in abbondante acqua salata; sistemare i ravioli nel piatto e grattugiare con il tartufo, il pesto di pomodorini secchi sott’olio e delle fette di guanciale croccante cotto giusto un minuto in una padella antiaderente.

BUON APPETITO…

e alla prossima puntata 🙂

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply