Stili di vita

Roba da sognatrici

23 Apr 2016

La cosa bella del giornalismo è che hai la possibilità di entrare in contatto con tante realtà e se poi sono quelle che più si avvicinano al mio stile di vita, beh, il mio entusiasmo sale a mille. Come è successo incontrando Susanna Camerlengo, su cui ho scritto in “La scommessa di Giardinella” nell’ultimo numero cartaceo di Zac7. Lei è giovane, emana energia positiva e ha tanti sogni per se stessa e per il territorio, il nostro. E’ una di quelle che la guardi negli occhi, onesti, e pensi: “Si potrebbero fare delle cose insieme”. Il ché non è così scontato, credetemi.

Susanna è laureata in Agroecologia, una facoltà che le ha permesso di conoscere l’agricoltura senza l’uso di sostanze inquinanti, perché è possibile coltivare con metodi alternativi; ha passato molti anni in giro per l’Europa e ha toccato l’Africa come ricercatrice per una università danese. E’ di quelle da cui ci si poteva aspettare una “fuga”, intesa di cervelli, ma, nonostante il forte richiamo all’altrove, lei è tornata per mettere a disposizione le sue competenze in quella che è la sua “casa”, Raiano.

Si è immersa così nel progetto “Giardinella Peligna” che prevede, come prima cosa, una fattoria sociale, con tutto ciò che comporta, ma non solo. Si vede che Susanna ha una certa sensibilità per l’arte e che desidera dare la possibilità ad altri di godere delle ricchezze della Valle Peligna. Da qui, quindi, anche la voglia di affrontare il settore del turismo, assolutamente in chiave eco, e quello dell’organizzazione di eventi che possano animare i suoi campi con l’aiuto di chi condivide le sue stesse passioni. L’estetica dei campi, una volta era un baluardo dell’arte soppiantata ora da altro, ma che resta comunque una fonte d’ispirazione, la mia lo è di certo.

Susanna mi ha parlato delle api e della loro perfetta organizzazione sociale (una delle cose che mi sono rimaste più impresse): tutte lavorano per il buon andamento della società sotto la guida dell’ape regina, e alla fine tutte avranno il loro miele. Non posso fare a meno di prenderle ad esempio sperando che un giorno anche noi umani riusciremo nell’impresa.

Sapete ci sono tante cose che ogni giorno mi scoraggiano dal desistere nelle idee che ho, l’incontro sbagliato, quella coincidenza che mi incupisce, una persona che per qualsiasi motivo tenta di sminuire le mie competenze e il mio valore. Incontrare Susanna è stato un po’ come nutrirmi di un’altra anima in sintonia con me. Anima ingenua e fiduciosa nei confronti del prossimo, anima in contatto con il tutto e rispettosa di Madre Natura. Roba da sognatrici. Stili di vita.

R-esistere: un orto, un camino e il sogno di un Giardino… E’ il motto del blog Giardinella Peligna, da seguire 😉

 

 

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply